Powered by Jasper Roberts - Blog
La ripresa surround [2]

La ripresa surround

Sistemi con microfoni discreti
Surround OCT
OCT
Figura 1: Sistema OCT base
Questo sistema è costituito da microfoni supercardioidi, cardioidi e omnidirezionali, ed è probabilmente la più semplice delle configurazioni che possono essere utilizzate per la ripresa surround spaziata o a quasi-coincidenza, e rappresenta la base per molte altre tecniche. Deriva, come accennato in precedenza, dal sistema Decca Tree; il braccio lungo anteriore è sostituito da un braccio molto corto, e i microfoni omnidirezionali utilizzati nel Decca Tree sono sostituiti da microfoni aventi altre caratteristiche polari. L’array OCT Surround di base consiste di tre microfoni disposti in linea su una barra, i due che si trovano agli estremi sono dei supercardioidi che puntano a +/- 90° lateralmente. Il microfono centrale, direzionato in avanti, è un cardioide, generalmente montato circa 8 cm. Più avanti della barra. Varianti di questa configurazione includono il montaggio di microfoni omnidirezionali (filtrati con un passa basso) messi al posto degli ipercardioidi o al posto del microfono cardioide, per estendere la risposta alle basse frequenze del sistema. Questo sistema OCT frontale è combinato con uno dei molti sistemi posteriori, come il Quadrato Hamasaki o la Croce IRT o anche una semplice coppia di cardioidi distanziati che puntano indietro, per catturare l’immagine posteriore.
IRT CROSS
Figura 2: Sistema OCT con Croce IRT
Williams Array - cardioidi
Williams Star
Figura 3: Williams Star con microfoni Schoeps
Causa l’interesse sempre crescente per la registrazione a 5 canali per l’Home Cinema, la Televisione e per il puro e semplice Audio a 5 canali, la ricerca di un sistema di registrazione audio surround che sia operativamente semplice, affidabile e di alta qualità diventa sempre più importante. Gli arrays a segmenti uguali a 4 e a 5 canali descritti in due documenti AES da Michael Williams stanno attirando sempre più interesse nel settore audio. Tuttavia la ricerca di una configurazione microfonica operativa soddisfacente non può essere dissociata dal problema puramente meccanico di trovare un sistema di supporto adatto per l’array di microfoni. Il sistema di supporto detto Williams Array o Williams Star è in grado di fornire un sistema di supporto per l’array di microfoni flessibile e affidabile, per qualsiasi progettazione di un array a segmenti uguali. L'impatto visivo di questo sistema è stato ridotto ad un minimo assoluto, anche se attualmente solo le versioni a 4 e 5 canali sembrano soddisfare i requisiti operativi della radiodiffusione, ma è previsto anche un formato a 7 canali per i futuri sviluppi, con un occhio particolare al sistema Blu-ray. Viene utilizzata una corona centrale circolare per fissare 4, 5 o 7 steli trasversali di lunghezze differenti, secondo la direttività dei microfoni scelti. Alle estremità di queste barre radiali, è collegato un attacco microfonico standard per la gamma di microfoni a condensatore compatti Schoeps CCM, o per i microfoni modulari della serie Colette. Lo sviluppo di altre configurazioni di array microfonici sarà ovviamente un processo continuo, al fine di soddisfare le esigenze future del settore audio. Per esempio, la possibilità di montare un microfono supplementare su un'asta verticale radiale è ora una parte standard della progettazione della corona centrale. Anche se questo sistema a stella sviluppato da Michael Williams può essere utilizzato anche così com’è, è altamente raccomandato di unirlo al sistema di montaggio antivibrazione sviluppato in collaborazione con la società Rycote che utilizza la loro ben nota sospensione Lyre della serie Broadcast InVision. Questo assicura una reiezione molto efficiente dei rumori da contatto e delle vibrazioni del supporto. Il fatto che sia l'intero sistema di microfoni a stella a essere attaccato al sistema di montaggio antivibrazione (invece di ogni singolo microfono) significa che può essere ottenuta una frequenza di risonanza fondamentale addirittura inferiore, e perciò può essere raggiunto un filtraggio molto efficiente di tutte le vibrazioni.
Copyright © 2000- Vincenzo Ferrara